PARTE A SANTENA IL PIANO DI CABLAGGIO IN FIBRA ‘ITALIA 1 GIGA’ NELL’AMBITO DEL PNRR

Avviati gli interventi infrastrutturali previsti dalla Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga finanziati per il 70% attraverso i fondi del PNRR e per il 30% da investimenti del Gruppo TIM

Data di pubblicazione:
30 Ottobre 2023
PARTE A SANTENA IL PIANO DI CABLAGGIO IN FIBRA ‘ITALIA 1 GIGA’ NELL’AMBITO DEL PNRR

TIM, in sinergia con FiberCop, cablerà con connessioni ultrabroadband 1.136 nuovi civici previsti dal bando e oggetto di verifiche tecniche


Santena, 30 ottobre 2023 Con l’apertura dei primi cantieri ha preso il via a Santena il piano di cablaggio del Gruppo TIM nell’ambito del Piano Italia 1 Giga per portare connessioni ultrabroadband in circa 1.136 civici distribuiti sul territorio comunale e oggetto di successivi sopralluoghi tecnici con l’obiettivo di rilevare le informazioni necessarie a rendere esecutivo l’intervento. L’iniziativa rientra nella
Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga ed è finanziata per il 70% attraverso i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e per il restante 30% da investimenti del Gruppo
TIM.
Il Raggruppamento composto da TIM e FiberCop, la società infrastrutturale del Gruppo, si è infatti aggiudicato 7 dei 15 lotti messi a bando da Infratel Italia nell’ambito del Piano Italia 1 Giga, per un valore di oltre 1,6 miliardi di euro di finanziamento, ai quali si aggiungono circa 700 milioni di investimento diretto. L’obiettivo è garantire entro il 2026, grazie alla posa di fibra ottica nella rete di accesso, una velocità di connessione di almeno 1 Gigabit/s in download e 200 Megabit/s in upload. Santena rientra tra i comuni interessati da questo vasto programma che, complessivamente, interessa 10 Regioni (Piemonte, Val d’Aosta, Liguria, Abruzzo, Molise, Sardegna, Umbria, Marche, Calabria e Basilicata) più le Province autonome di Trento e Bolzano.
La connessione ultraveloce agevola cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche, diventando essenziale per una vasta gamma di servizi, - motiva il vicesindaco di Santena Paolo Romano assessore ai lavori pubblici - dal lavoro agile alla didattica a distanza, dalla telemedicina all'accesso ai contenuti in streaming e on-demand. Dopo il Covid abbiamo tutti preso consapevolezza della necessità di incrementare la rete internet. I lavori di FTTH-Fiber To Home sono concentrati in 13 diverse aree nel territorio comunale, tra cui Piazza Forchino, Via Sambuy, Via Trinità, Via Cavour e molte altre, contribuendo a potenziare la connettività nell'intera zona. L'espansione della connettività veloce richiede interventi sul suolo pubblico, compresi l'installazione di nuovi armadi per la fibra ottica e la posa di nuove infrastrutture. - continua Romano - L'obiettivo è ridurre al minimo l'impatto ambientale mediante l'utilizzo di metodologie di scavo denominate "minitrincea" e, quando possibile, sfruttare le infrastrutture sotterranee esistenti”
“L’avvio a Santena degli interventi previsti dal Piano Italia 1 Giga - sottolinea Giampaolo Crivello, Responsabile Field Operations Line Torino di TIM - rappresenta un’importante tappa del processo di digitalizzazione di questo territorio che avrà una infrastruttura di Tlc moderna, al pari di quella delle grandi città italiane. Grazie alla collaborazione ed al dialogo con questa Amministrazione, abbiamo raggiunto degli accordi che consentiranno di cablare diverse zone della città. Oltre alla copertura FTTH andremo ad incrementare la capacità di alcune stazioni radio base per potenziare la copertura 5G nel Comune. Come Gruppo TIM siamo particolarmente orgogliosi di mettere a disposizione del territorio le nostre competenze per accelerare la transizione digitale e sostenere la crescita dell’economia locale”.
TIM, attraverso FiberCop, prosegue così il proprio percorso per realizzare una rete ultrabroadband su tutto il territorio nazionale. FiberCop già oggi garantisce una copertura di oltre il 94% delle linee fisse attraverso tecnologie FTTC e FTTH e proseguirà nello sviluppo della copertura FTTH, con velocità di connessione fino a 10 Gigabit/s, con l’obiettivo di raggiungere circa il 60% delle unità immobiliari su base nazionale.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 30 Ottobre 2023