IMU-TASI

NOVITA’ TASI – IMU DAL 2016

La Legge di Stabilità (L.208 del 28/12/2015) ha introdotto importanti novità sulla normativa TASI e IMU ( vedi anche Risoluzione del Ministero Economia e Finanze  n° 1/DF del 17/02/2016 )

ESENZIONE TASI PER ABITAZIONE PRINCIPALE 
L'esenzione è prevista per l'Abitazione Principale in categoria catastale da A/2 a A/7  (escluse cat. A/1 A/8 A/9) e relative pertinenze (una sola per ciascuna categoria C/2, C/6 e C/7)

RIDUZIONE 50% DELLA BASE IMPONIBILE IMU PER ALLOGGIO CONCESSO IN COMODATO GRATUITO A PARENTI DI PRIMO GRADO
L’agevolazione è prevista per l’unità immobiliare, classificata nelle categorie catastali da A/2 ad A/7, concessa in comodato d’uso gratuito dal proprietario ai parenti di primo grado (genitori e figli) che la utilizzano come abitazione principale e vi risiedono anagraficamente, in possesso dei seguenti requisiti: 
- il proprietario (comodante) deve risiedere nel Comune di Santena;
- il proprietario (comodante) non deve possedere altre abitazioni in Italia ad eccezione della   propria abitazione di residenza sita in Santena, non classificata in cat. A/1 A/8 A/9;
- il contratto di comodato d’uso deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio, che per il Comune di Santena è la sede di Moncalieri (C.so  Savona 16 Tel. 011/19469111) e l’agevolazione decorre dalla data di registrazione del contratto;
- il proprietario deve presentare dichiarazione IMU 2016, entro il 30/06/2017, per attestare il possesso dei suddetti requisiti. 
Le novità delle condizioni necessarie per il 2016 sono restrittive e obbligatorie. Occorre rispettare i nuovi requisiti previsti dalla legge per ottenere la riduzione dell’IMU e non si applicano più le norme degli anni precedenti. 
Dal  01 gennaio 2016 pertanto, in base a tale disposizione legislativa, il precedente contratto di comodato d'uso eventualmente depositato in Comune, ha cessato di avere validità ed efficacia al fine della riduzione di imposta.

Il tributo per i Servizi Indivisibili – TASI riguarda i servizi comunali quali:  

- SICUREZZA PUBBLICA E VIGILANZA
- VIABILITA'
- SPESE PER ILLUMINAZIONE PUBBLICA
- PROTEZIONE CIVILE
- TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
- SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI
- TUTELA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE
- SERVIZI CIMITERIALI