IMU-TASI

Data di pubblicazione:
23 Ottobre 2018

IMU – Imposta Municipale Propria.

Presupposto dell'IMU è il possesso di beni immobili siti nel territorio del Comune, a qualsiasi uso destinati e di qualunque natura, compresi i terreni agricoli, escluse le abitazioni principali e le pertinenze.
L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per più della metà dei giorni di cui il mese stesso è composto è computato per intero.
Il giorno di trasferimento del possesso si computa in capo all'acquirente e l'imposta del mese del trasferimento resta interamente a suo carico nel caso in cui i giorni di possesso risultino uguali a quelli del cedente.
Cosa si intende per abitazione principale e pertinenze.
Si definisce abitazione principale il fabbricato iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.
Si definisce pertinenza dell'abitazione principale esclusivamente quella classificata nelle categorie catastali C2-C6-C7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritta in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.
Destinatari
Sono assoggettati all'IMU coloro che sugli immobili hanno i seguenti diritti:
•    il proprietario di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati ivi compresi i terreni incolti e i fabbricati strumentali o quelli alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa
•    il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi
•    il concessionario, nel caso di concessione di aree demaniali
•    il locatario, per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria. Il locatario è soggetto passivo a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto
•    il genitore assegnatario della casa familiare a seguito di provvedimento del giudice che costituisce, altresì, il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli.
 
In presenza di più soggetti passivi con riferimento ad un medesimo immobile, ognuno è titolare di un'autonoma obbligazione tributaria e nell'applicazione dell'imposta si tiene conto degli elementi soggettivi ed oggettivi riferiti ad ogni singola quota di possesso, anche nei casi di applicazione delle esenzioni o agevolazioni.

Per gli Immobili posseduti da soggetti pensionati residenti all’estero titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale, è prevista la riduzione del 50% dell'aliquota.

 
TASI
Dal 01/01/2020 la TASI è stata abolita;

– IMU e TASI dal 2016 al 31/12/2019
La Legge di Stabilità (L.208 del 28/12/2015) ha introdotto importanti novità sulla normativa TASI e IMU (vedi anche Risoluzione del Ministero Economia e Finanze n° 1/DF del 17/02/2016)
ESENZIONE TASI PER ABITAZIONE PRINCIPALE (fino al 31/12/2019)
L'esenzione è prevista per l'Abitazione Principale in categoria catastale da A/2 a A/7  (escluse cat. A/1 A/8 A/9) e relative pertinenze (una sola per ciascuna categoria C/2, C/6 e C/7)
RIDUZIONE 50% DELLA BASE IMPONIBILE IMU PER ALLOGGIO CONCESSO IN COMODATO GRATUITO A PARENTI DI PRIMO GRADO
L’agevolazione è prevista per l’unità immobiliare, classificata nelle categorie catastali da A/2 ad A/7, concessa in comodato d’uso gratuito dal proprietario ai parenti di primo grado (genitori e figli) che la utilizzano come abitazione principale e vi risiedono anagraficamente, in possesso dei seguenti requisiti:
- il proprietario (comodante) deve risiedere nel Comune di Santena;
- il proprietario (comodante) non deve possedere altre abitazioni in Italia ad eccezione della   propria abitazione di residenza sita in Santena, non classificata in cat. A/1 A/8 A/9;
- il contratto di comodato d’uso deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio, che per il Comune di Santena è la sede di Moncalieri (C.so  Savona 16 Tel. 011/19469111) e l’agevolazione decorre dalla data di registrazione del contratto;

 

 

Il tributo per i Servizi Indivisibili – TASI (fino al 31/12/2019) riguarda i servizi comunali quali:  
- SICUREZZA PUBBLICA E VIGILANZA
- VIABILITA'
- SPESE PER ILLUMINAZIONE PUBBLICA
- PROTEZIONE CIVILE
- TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
- SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI
- TUTELA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE
- SERVIZI CIMITERIALI

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 20 Luglio 2023