Un'integrazione alla quota mensa per le famiglie in difficoltà

...

Saranno destinati così i 1300 euro di contributo che il Comune di Santena ha ricevuto in donazione dalla Lions Club Poirino Santena

SANTENA, 26 luglio 2019  –  La Giunta ha deliberato come utilizzare i proventi che l'associazione ha raccolto durante la serata benefica dello scorso febbraio al Salone Italia di Poirino.
«Prima di tutto ringrazio l'associazione Lions Club Poirino Santena – spiega Ugo Baldi, Sindaco di Santenaa nome dell'Amministrazione e della cittadinanza. Intendo inoltre sottolineare l'utilità sociale dell'iniziativa. Questa donazione, infatti, permetterà a molte famiglie santenesi in difficoltà economica di affrontare con più serenità l'anno scolastico 2019-2020».
L'importo donato sarà infatti destinato all'integrazione del pagamento del servizio di refezione scolastica per i bambini di famiglie santenesi delle scuole dell’infanzia e primarie del territorio. 
Secondo la direttiva della Giunta Comunale, i beneficiari verranno individuati dal servizio sociale professionale del Consorzio Socio Assistenziale del Chierese, sulla base di situazioni di particolare difficoltà o bisogno. Le segnalazioni verranno fatte anche dall'ufficio riscossione affidato dalla società Ica srl (Imposte Comunali Affini) che ha in gestione per conto del Comune di Santena la riscossione delle rette dei servizi scolastici. La donazione della Lions Club Poirino Santena è stata definitivamente accettata ed acquisita attraverso la delibera della Giunta numero 94 approvata nell'ultimo Consiglio Comunale che si è svolto nel mese di luglio. «Non è la prima volta che l’associazione Lions contribuisce concretamente in azioni benefiche per nostra Città- rammenta il sindaco - Lo scorso anno, sempre grazie alla raccolta fondi, aveva donato un defibrillatore per i campi sportivi e non vanno dimenticate le azioni di prevenzione alla salute che più volte organizza sul territorio. In questo caso i soldi saranno usati per dare un sollievo a tutte quelle famiglie con dei figli a carico che faticano ad arrivare a fine mese e che si trovano in una situazione di reale difficoltà. Tale iniziativa darà loro maggior serenità – conclude il primo cittadino santenese - andando a coprire parte del pagamento del servizio di refezione scolastica».