Nel 2019 l’acqua è più leggera.

...

Smat nel 2019 ha diminuito le tariffe del 2,6%. Istituito anche il Bonus Idrico Integrativo, una misura volta a ridurre il costo del servizio, destinata alle famiglie in condizione di disagio economico e sociale

SANTENA, 30 settembre 2019 – La tariffa dell'acqua nel 2019 è diminuita del 2,6%. La buona notizia arriva dal Gruppo Smat, Società Metropolitana Acque Torino S.p.A., l'azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato in Torino e provincia. L'obiettivo dell'unificazione del servizio idrico avvenuta nel 2008 ha permesso di superare la frammentazione gestionale arrivando a raggiungere la riduzione dei costi e l'ottimizzazione delle risorse. Il bacino di utenza che gestisce la Smat comprende ben 306 Comuni ed una popolazione superiore ai 2 milioni di abitanti che si sviluppa su una rete territoriale di circa 7000 chilometri quadrati con una rete acquedottistica di 9000 chilometri ed una rete fognaria di circa 7000 chilometri. In quantità di unico gestore, Smat si è fatto carico degli investimenti per migliorare e mantenere in efficienza le infrastrutture necessarie all’erogazione del servizio garantendo, allo stesso tempo, anche un'elevata qualità del prodotto e del servizio su tutto il territorio servito. 

«Quella che è arrivata dalla Smat è una comunicazione davvero positiva per i cittadini – spiega il Sindaco di Santena Ugo Baldi- che hanno ben chiari i costi dei servizi e che ogni giorno assistono ad incrementi che vanno ad incidere pesantemente sul potere di acquisto delle famiglie. Una notizia che credo possa alleviare le spese sostenute dai cittadini. Per venire incontro alle necessità dei nuclei famigliari in disagio economico – conclude il Sindaco di Santena - va ricordato che la Smat ha anche istituito il Bonus Idrico Integrativo, una misura volta a ridurre il costo del servizio, destinata alle famiglie in condizione di disagio economico e sociale».

Il Bonus Idrico Integrativo 2019 deve essere richiesto dai nuclei famigliari in difficoltà economica direttamente agli sportelli della Smat. Il bonus corrisponde ad un massimo di 30 euro per nucleo famigliare fino a 3 persone e ad un massimo di 45 euro per i nuclei famigliari con più di 3 persone.